Le migliori Biciclette Elettriche per la Città: i consigli dell’esperto di Cicli Piazzalunga

CIcli piazzalunga riparazione biciclette Bergamo

Ci siamo chiesti: qual è il mezzo migliore per spostarsi comodamente da casa al proprio posto di lavoro, che garantisca praticità e che, soprattutto, sia rispettoso dell’ambiente e ci aiuti a non inquinare? La risposta è semplice: la bicicletta elettrica

La bicicletta elettrica, negli ultimi anni, è stata senza dubbio la scelta di moltissimi pendolari e cittadini con la necessità di coprire piccole distanze per raggiungere il posto di lavoro: è comoda, pratica, sicura e, soprattutto, del tutto rispettosa dell’ambiente e dell’aria che noi tutti respiriamo!

Abbiamo chiesto a Luca Piazzalunga, del negozio di vendita e riparazione di biciclette Cicli Piazzalunga (Paladina, Bergamo), di aiutarci ad individuare i migliori modelli e le migliori marche di biciclette elettriche adatte alla città e alla vita di tutti i giorni.

Il negozio Cicli Piazzalunga è stato fondato dal nonno di Luca nel 1956, partendo dalla vendita di cicli e motocicli; negli ultimi anni si è specializzato nella vendita di biciclette elettriche, che, senza ombra di dubbio, costituiscono il futuro del settore.

Prima di tutto, abbiamo chiesto a Luca di spiegarci come funziona una bicicletta elettrica

“Quando si parla di bici elettriche entrano in gioco, innanzitutto, diversi tipi di motori: abbiamo la bicicletta con il motore nelle ruote, che presenta un’autonomia di 40-70 km in pianura (in salita l’autonomia diminuisce notevolmente) e una batteria con 300-500 Wh di capienza. Questo tipo di motore garantisce un’elevata potenza all’inizio, rendendo il mezzo adatto a distanze non troppo estese. 

Abbiamo poi le biciclette elettriche con motore a movimento centrale, più pesante e di gran lunga più potente: l’autonomia in pianura è di 120-150 km e la batteria ha una capienza di oltre 500 Wh. Nei modelli provvisti di questo motore, inoltre, l’assistenza alla pedalata si attiva immediatamente, anche se il tutto dipende dal dislivello.

Per quanto riguarda la ricarica del prodotto, consiglio di utilizzare il caricatore in dotazione”.

Luca ci ha poi descritto quali caratteristiche deve possedere una bicicletta elettrica adatta alla città

“La scelta della bicicletta dipende da diversi fattori, quali la distanza da coprire, il budget, il tipo di percorso. In generale, per un tipo di esigenza cittadino, potrebbe bastare una city bike. Per quanto riguarda l’elettrico, che costituisce un’ottima opzione per la città, consiglierei in generale un modello con il motore nelle ruote, adatto a distanze non troppo estese, più leggero e comodo, sicuramente adatto a una vita frenetica.

Per quanto riguarda i marchi, tra quelli italiani consiglierei una bicicletta elettrica Armony, Atala o Bianchi. Personalmente, siamo felicissimi che Bianchi, marchio storico italiano, si sia adeguato ai tempi, spingendosi verso il mondo dell’elettrico: possiamo affermare con certezza che i prodotti Bianchi siano estremamente validi e, senza dubbio, tra i migliori per quanto riguarda la produzione italiana in questo settore.

bicicletta elettrica Armony

Partendo da un budget intorno ai 1000 euro, oltre ad alcuni modelli di marchi meno conosciuti, consiglierei di scegliere una Bianchi, il cui prezzo parte dai 1149 euro; la bicicletta elettrica Bianchi intorno a questo prezzo (provvista di motore nelle ruote), infatti, costituisce un’ottima opzione per la vita cittadina e per le esigenze lavorative di tutti i giorni: la batteria è estremamente fine, leggera, e soprattutto rimovibile. Tale caratteristica permette di riporre comodamente la batteria in borsa, a favore della sicurezza e in modo tale da evitare furti. Per quanto riguarda le biciclette con motore a movimento centrale, invece, il prezzo di partenza si aggira intorno ai 1600/1800 euro”.

kit bicicletta elettrica?

Abbiamo poi chiesto a Luca di descriverci alcuni modelli particolari, comunque indicati per la vita da pendolare, come la bicicletta elettrica pieghevole, la bicicletta ibrida e il modello Gravel:

“Le biciclette elettriche pieghevoli sono un prodotto estremamente interessante (il mio negozio ne è sfortunatamente sprovvisto): sono molto indicate per un percorso cittadino e pendolare; comodissime, per esempio, per chi deve quotidianamente prendere il treno ed è costretto a portare la propria bicicletta con sé. Infatti, la bicicletta elettrica pieghevole è leggera e pratica, adatta a numerose esigenze.

Per quanto riguarda i modelli ibridi, il discorso è piuttosto ampio; in generale, si tratta di biciclette che non hanno una precisa identità: le biciclette ibride presentano, molto spesso, caratteristiche miste rispetto ai diversi modelli presenti sul mercato.

Per esempio, può trattarsi di un modello con alcune caratteristiche da city bike e altre da mountainbike: una bicicletta da corsa con il manubrio dritto; una mountainbike con ruote da 28, come le city bike; oppure una mountainbike con forcella rigida e rapporti adatti alla montagna, ma con gomme adatte alla strada.

Una bicicletta ibrida con elettrico è considerata, in genere, un elettrico a tutti gli effetti: infatti, nonostante offra la possibilità di pedalare anche senza assistenza, spesso procedere senza attivare il motore può essere molto faticoso, a causa del peso maggiore. Per quanto riguarda le city bike con motore nelle ruote, possono essere utilizzate anche senza avviare il motore, in quanto sono più leggere e, dunque più pratiche per certi tipi di esigenza.

Per quanto riguarda il modello Gravel, si tratta di un tipo di bicicletta nato un America, adatto dunque ai grandi spazi e alle grandi distanze; costituisce, sicuramente, un modo nuovo e diverso di andare in bici.

La Gravel è adatta ad essere utilizzata su percorsi diversi, da quelli su ghiaia a quelli su strada; infatti, è munita di un manubrio da corsa più largo, estremamente maneggevole. Essendo adatta alle grandi distanze, è in grado di garantire una maggiore velocità rispetto a una mountainbike. Tuttavia, non è adatta ad effettuare fuoristrada o manovre complicate, poiché non è così stabile: le ruote sono piuttosto strette, seppur tassellate; non è in grado, dunque, di sostituire una mountainbike.

La sua utilità dipende dalle esigenze di ognuno e può costituire una valida alternativa anche per la città e la vita lavorativa. Per quanto riguarda i prezzi, abbiamo diverse opzioni: intorno a un budget di 1000 euro, normalmente potrei proporre una Gravel semplice, con il telaio in acciaio e i freni meccanici.

Per quanto riguarda il nostro negozio, noi partiamo da un prezzo di 1099 euro, con un modello di Giant, chiamato ToughRoad GX SRL, con telaio in alluminio e forcella in carbonio. Il freno è teoricamente meccanico, ma è provvisto di un sistema brevettato Giant che rende maggiore la forza frenante”.

modello di Giant, chiamato ToughRoad GX SRL

In conclusione, siamo curiosi di sapere da Luca quale modello di bicicletta elettrica presente nel suo negozio ci consiglierebbe, per un uso quotidiano, cittadino e pendolare:

“Mi sentirei di consigliare un modello di bicicletta elettrica Bianchi, l’E-Spillo Classic: il prezzo è molto buono e parte dai 1399 euro; la batteria è molto fine e rimovibile, comoda da riporre al sicuro in borsa o nel proprio zaino.

Si tratta di un modello adatto a chiunque non abbia bisogno di coprire una grande distanza e non necessiti, dunque, di una batteria con un’autonomia troppo elevata. 

Presenta, inoltre, un ottimo impatto estetico: è molto elegante e può essere considerata una bicicletta elettrica da donna, così come da uomo. Le colorazioni disponibile sono il celeste e l’antracite. 

Ha una settantina di km di autonomia in pianura, è munita di un manubrio regolabile, di ruote da 28 pollici e di forcella rigida classica. È dunque adatta a tutte le esigenze, è gradevole all’aspetto e presenta un’efficienza ottimale”.

Ringraziamo Luca Piazzalunga per i preziosi consigli! 

Per ulteriori informazioni, visitare il sito ufficiale Cicli Piazzalunga e scegli la bicicletta elettrica più adatta alle tue esigenze!

Sei alla ricerca di un lavoro? Leggi i nostri consigli riguardo la scelta della foto per il tuo Curriculum Vitae!